Abramo in valle Bormida

Ultime dinastie sumere


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il September 15, 2002 at 00:44:30:

Leggendo questi miei messaggi spero che non
stiate a ribadirmi cose scontate che gia' mi
dicono tutti (al limite posso trasformare la
questione in un videogioco o in un kolossal
cinematografico e finche' la cosa non diventa
ufficiale posso anche tenermi il copyright di
questa ricostruzione italico-biblica).

Proseguo con l'ipotesi che le dinastie sumere non
siano da anteporre a quelle babilonesi (di alcune
cose come Sargon-Mose' ne abbiamo gia' parlato
nel forum):

- la XV sono i Pelasgi di Sargon-Mose'

- la XVII di Gutium sono Israele-Giuda

- la XVIII e' un regnante di Unug e subito dopo
c'e' la XIX di Urim (UR III)

- arriva infine la XX di Isin

- avevamo gia' visto nel forum che i quattro re
di Urim possono collimare con i primi quattro
romani (escluso Romolo), mentre poi ci sono i
primi di Isin che continuano la dinastia come
Etruschi

- questo significherebbe che i reperti di UR III
(che vengono datati al 2000 circa avanti Cristo
sulla base delle datazioni dinastiche) sono in
realta' reperti della prima epoca romana (e cosi'
anche le zigurrat mediorientali piu' famose e
tenute bene, che possono naturalmente essere
state costruite su costruzioni precedenti)

- le capitali sumere non viene detto che
risiedono in Sumeria ma che dominano sulla
Sumeria (in questo caso la capitale UR
mediorientale che possedeva la regione italica)

- il messaggio su destra-sinistra akkadiche e'
una dimostrazione "matematica" che alcuni termini
akkadici provengono dall'uso differente di
alfabeti semitici presenti in Italia (dinastia
akkadica che viene datata circa al 2500 avanti
Cristo, quando invece potrebbe essere il 1500-
1200)

Con l'accostamento biblico abbiamo:

XV di Agade e' Sargon-Mose' pelasgico-etrusco

XVII di Gutium sono Israele-Giuda

XVIII di Unug, i Babilonesi (con Verona antica
capostipite delle citta' chiamate Babele)

XIX di Urim (UR III), gli Edomiti romani (i
caratteri etruschi DM che vengono letti
ufficialmente RM) nelle citta' israelitiche

XX di Isin, i Persiani (che rendono liberi i
Giudei) con la divisione del territorio biblico-
italico tra Persiani-Perusia e Medi-Mediolanum

Se pensate di trovare traccia di queste cose nei
libri di storia italiania non se ne parla
proprio... ma e' questo il fatto, resta un buco
storico colossale, il nulla quasi assoluto, con
intere popolazioni ignorate completamente,
cancellate storicamente e geograficamente,
spostate in Medioriente dove invece ci sono le
tracce concrete della ROMA italica, la dinastia
mediorientale di UR III (Ur-Nammu come Numa
Pompilio).

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: