Abramo in valle Bormida

Tomba Francois, i petali "epocali" delle "margherite"


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il September 27, 2002 at 04:32:40:

Sto iniziando a mettere insieme tutte quante le
cose che stanno venendo fuori. La tomba etrusca
denominata Francois contiene parecchie immagini
corredate di iscrizioni. Come sapere a che
periodo si riferiscono le singole immagini? Ho
notato la presenza di molte "margherite" e ho
iniziato ad associare il NUMERO DEI PETALI con
quello della DINASTIA SUMERA.

Arrivo subito all'epoca piu' significativa,
quella di MACSTRNA che libera CELIVIPINAS. I
petali della "margherita" (che compare di fianco
all'immagine) sono QUINDICI, la quindicesima
dinastia sumera di AGADE (Sargon-Mose' akkadici).
Come si chiama il "liberatore"? MACS-TRNA, e se
consideriamo la C nella sua forma "sibilante"
(Celtic, center, sono foneticamente Seltic,
senter, eccetera) abbiamo MOSHES-TRNA, il
Mose' "akkadico", ed e' significativo anche il
TRNA nel senso che si tratta di un "ritorno"
epocale (siamo difatti alla quindicesima dinastia
e di cose ne sono successe gia' parecchie).

Tornando alle "margherite": nella scena piu'
importante, quella di AQLE che sgozza un Troiano,
c'e' uno scudo con una margherita di DICIOTTO
PETALI, la diciottesima dinastia di UNUK che nei
testi sumeri e' quella che stermina la
diciassettesima dinastia sumera di GUTIUM-GIUDEA,
il "dragone della montagna".

Purtroppo altre cose interessanti si perdono con
i restauri... la copia delle immagini della tomba
Francois al museo Vaticano e' molto differente
dall'originale. Il vestito di "Aiace d'Oileo",
per esempio, e' stato rifatto diversamente.
Nell'originale ci sono 7 e 6 parentesi angolari
che fanno da cintura, mentre nella copia al
Vaticano ne hanno messe 10 e 10. Le cose
cambiano... con gli originali abbiamo H-7 e Z-6
che messi insieme sono "aH-aZ", il nome AIACE di
tale personaggio (che viene appunto identificato
come Aiace d'Oileo).

Non sottovalutiamo la potenza dei numeri-lettere
e anche la loro forma. Nella "tomba degli auguri"
ci sono alcune persone che usano le braccia
facendo strani segnali. Uno di loro ha
un "bastone ricurvo" (vedi messaggio nel forum) e
l'altro braccio disteso, cosi' come il tizio di
fianco ha un braccio che piega come tale bastone
e l'altro braccio steso in aria come quello del
collega. Entrambi sembrano riprodurre la forma
delle due lettere ebraiche "zV", voce del
verbo "comandare" (zVh), e c'e' la presenza
difatti del "bastone ricurvo" simbolo egiziano
del comando (la cosa collima anche con la
ricostruzione ufficiale che siano due "arbitri"
di gare atletiche).


Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: