Abramo in valle Bormida

Segno D (quasi nessuno lo legge R)


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il October 01, 2002 at 05:26:21:

In risposta a: STATiF ("situato IFA", "sotto")
Inviato da Mauro il October 01, 2002 at 05:23:48:

Dunque, abbiamo quasi tutti nel bacino
mediterraneo e in Europa che leggono il segno D
come D. Anche i Greci (il segno "D" prima di
Euclide e dopo di lui il segno "triangolo")
perche' la R dei Greci e' il segno P, non il
segno D.

Anche per gli Egiziani e' la stessa cosa, e' la
lettera T (foneticamente "D") che indica la
parola PANE (ecco i segni KDD, una doppia
pagnotta egiziana all'interno, che vengono
ufficialmente letti CERERE, la divinita' del
PANE).

E' piu' significativa la lettura egiziana
("qualcosa-pane-pane") oppure la lettura
ufficiale (la divinita' CERERE legata al pane)?
L'argomento e' lo stesso (il PANE e Cerere
divinita' del PANE)

Se ci limitiamo a CERERE rimaniamo ASINI come
Apuleio al servizio dei sacerdoti di Cerere (solo
scoprendo Iside ritorna uomo).

Se andiamo oltre, diamo fiducia alla lettura
egiziana-romana-italiana e i segni "KEDD" della
tavola di Agnone risultano associabili a
un "fiume" come scritto nei messaggi precedenti
(con Ercole che e' il fiume Po):

- ID, il segno cuneiforme indicante i fiumi

- UADI, il fiume arabo

Naturalmente c'e' posto anche per la lettura "R"
di questo segno, basta pensare alla parola RIO
(fiume), oppure TORRENTE (con i due segni "DD"
letti alla greca "RR").

I segni "DD" prima che essere il RERE di CERERE
sono ADAD, la divinita' della vegetazione. Nella
Bibbia fin dalla Genesi viene riportato il
nome "hDD" (ecco la possibilita' dei segni KDD
come Cerere) e compare anche come BN-hDD, Ben-
Hadad, due re di Siria tra cui il figlio di HZAL
(Hazael re di Siria protagonista dello sterminio
di Israele-Italia che abbiamo visto con le
sembianze greche di AIACE d'OILEO, uno dei nemici
dei Troiani). La Bibbia commenta che questo pero'
non e' il VERO ADAD, ma una falsa divinita' (Ben-
Hadad come "figlio del falso Hadad").

Non trovo piu' un caso clamoroso di una scritta
che in un libro viene letta e tradotta come se
fosse etrusca, mentre in un altro esiste la
traduzione ufficiale della stessa identica
scritta come se fosse una scritta romana (con una
fonetica differente). Lo stesso clamore puo'
darlo questo esempio:

- i segni CFESTUD vengono letti ufficialmente
CVESTUR

- a pochi chilometri di distanza c'e' invece la
scritta latina IOVESATDE (l'inizio
dell'enigmatico "vaso latino di Duenos", pagina
131 del libro di Facchetti) e la scritta latina
IOUESTOD (pagina 138)

- i segni CFESTUD letti come CVESTUD sembrano
proprio gli stessi IOUESTOD e IOVESTADE

Lo faccio vedere meglio:

C-VE-ST-UD

IO-UE-ST-OD

IO-VE-SAT-DE


Sara' dunque piu' esatta la lettura CVESTUD
(IOUESTOD e IOVESATDE latini) oppure quella
CVESTUR?

I segni umbri YUDAH sono solo l'etrusca TURAN o
anche GIUDA?

Le stesse desinenze antiche latine sono tutte D
(uioled, esed, uelod, dolod, med, eccetera)
mentre nelle tavole umbre di Gubbio abbiamo la
quasi totalita' di desinenze con lo STESSO
IDENTICO segno "D", che pero' viene letto
ufficialmente "R".


Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: