Abramo in valle Bormida

Re: Il fiume PARTENIO di Omero e' il Po-Eridano


Elenco dei messaggi

Inviato da: carlo il October 06, 2002 at 07:08:36:

In risposta a: Il fiume PARTENIO di Omero e' il Po-Eridano
Inviato da Mauro il October 05, 2002 at 18:25:50:

: Rispondo a Carlo dicendo che la geografia
: rovesciata e' molto presumibilmente
un'invenzione
: GRECA. Sono loro che dicono ONOS per ASINO,
sono
: sempre loro che chiamano il naso RIN che anche
: questo in Italia e' rovesciato, NARI-ce.

: Le testimonianze GRECHE sono ROVESCIATE (e se
: leggeste l'originale di Omero e' incredibile
come
: molti nomi assumano sinonimi ben conosciuti
: leggendoli al contrario).

: Il fiume PARTENIO che bagna la regione degli
: ENETI e' il solito PO-ERITANO, il semitico "B-
: HURtIN", "dentro HURtIN sannita-umbro.

: Le lapidi di Novilara dei Piceni riportano con
le
: immagini l'attraversamento di un fiume e nel
: testo si parla espressamente di PARTENUS.

: Francamente non e' problema di "versi" (e non
: stiamo parlando dei flussi migratori dell'epoca
: neolitica), ma del fatto che i Greci hanno
: rovesciato la geografia. Le rotte marittime in
: Europa occidentale sono ufficiali da millenni
ma
: si continua a considerarlo un paese "senza
nomi",
: letteralmente sconosciuto da Mediorientali ed
: Egiziani (con l'assurdita' di questi Egiziani
che
: andavano in tantissimi luoghi, per esempio fino
: alle presunte terre di Punt in Somalia, ma
: ufficialmente non sapevano neanche che esisteva
: il bacino mediterraneo occidentale).

: La questione e' molto piu' complicata e non si
: puo' ridurre a semplice autoctonismo oppure a
una
: migrazione recente. Ma i fatti (cosi' come e
: l'esistenza di mappe geografiche) sono
: evidentissimi.

: Che facciamo?, due forum separati cosi' ci
: concentriamo sulle rispettive ipotesi senza che
: ognuno debba sentire le "invenzioni-banalita'"
: dell'altro?

: Saluti,
: Mauro
: http://www.cairomontenotte.com/abramo/

No,
io ti leggo, non banalizzo, ti dico se non sono
d'accordo. Ad esempio: sono d'accordo sulla
paronomasia dei Greci. I Greci hanno inventato
l'Europa (sostituendola ad Eurasia), in quanto
hanno inventato l'individuo (sostituendolo alla
coppia e al dio tutto). I paradossi di Leda (che
tu hai citato per i gemelli) sono un punto
d'incrocio tra il DA DUE UNO del Vicino Oriente
ed il DA UNO DUE dell'Occidente. Giano Ŕ un altro
punto d'incontro, latino questo.
Con la paronomasia, i Greci, applicando l'aletheia
(la veritÓ parziale, omissiva) hanno alterato la
nostra ricerca delle origini. Credo che qualsiasi
ricerca delle origini che entri nella civiltÓ
greca rischi di non uscirne al di lÓ.

Riguardo alle due ricerche: Il tuo
scopo 'ribaltatorio' deve confrontarsi con le
opinioni di chi non Ŕ d'accordo, altrimenti
rischi di consolidare il 'delirio'. A me fa
comodo leggere l' 'ultras autoctonista' perchŔ il
suo guardare a contrario, ma, soprattutto, il suo
cercare mi fanno trovare cose utili.
Ciao,
Carlo




Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: