Abramo in valle Bormida

Fegati-mappa


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il November 17, 2002 at 20:15:23:

In risposta a: Domanda a Mauro
Inviato da Massimo Rovani il November 17, 2002 at 03:34:37:

Massimo Rovani scrive:
"Quanti fegati-mappa esistono e dove sono stati
ritrovati? Io so di quello in bronzo di Piacenza,
di quello in terracotta di Falerii, delle statua
dell'aruspice. Ma in medioriente? Dove sono
avvenuti i ritrovamenti? quanti modellini in
terracotta esistono?"

Ci sono quelli "ittiti" che ha segnalato Carlo,
mentre quelli "babilonesi" sono presenti in
alcuni luoghi del Medioriente come Mari e Sippar
ma la maggior parte della documentazione proviene
dal periodo neoassiro di Assurbanipal che ha
fatto una biblioteca monumentale dove ha raccolto
anche tutti i testi relativi a questi fegati-
mappa (nel mio sito c'e' una fotografia di quello
ufficiale con i tre conoidi, come quello etrusco,
e i nomi delle regioni di cui si parla nei
commentari, mentre ce ne sono altri che sono
piccole sagome che potrebbero anche non c'entrare
nulla con la questione geografica-storica). La
cosa importante sono appunto i testi che parlano
non solo del fegato-mappa ma anche degli altri
organi e se ne parla in tanti modi. Quelli piu'
antichi sono testi che non sono per nulla
divinatori ma si limitano a riportare notizie
sulle singole regioni dell'organo.

Una tale raccolta di evidenze storiche con il
tempo diventa anche materia divinatoria. Per
capirci se nei testi storici leggo che quando
succede una certa cosa c'e' un terremoto in
Italia, posso pensare che ci sia un legame tra
tale cosa e i terremoti.

Nella raccolta di Assurbanipal i testi sono stati
messi insieme come se fosse un'opera di
statistica. Faccio un esempio "moderno":

"quando regione Italia aquila vince, Cesare
comanda"
"quando regione Italia aquila vince, Hitler
comanda"
"quando regione Italia aquila vince, partenza
fiume Don"
"quando regione Italia aquila perde, invasione
Goti"

La ricorrenza piu' famosa del fegato-mappa e'
nella Bibbia, quando il re di Babilonia arriva a
un bivio e decide che strada prendere guardando
il fegato-mappa, "he looked in the liver"
(Ezechiele 21:21). Alcune Bibbie
traducono "guardo' il fegato della vittima" ma e'
una traduzione arbitraria perche' non esiste la
parola "vittima", si dice solo che "guardo' nel
fegato-mappa" (il biblico "RAh BKBD").

Se il fegato-mappa riguarda la catena alpina
europea, che strada stava facendo il re di
Babilonia e dove si trova Gerusalemme?

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: