Abramo in valle Bormida

Re: Risposte


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il July 17, 2003 at 11:36:56:

In risposta a: Risposte
Inviato da Mauro il July 17, 2003 at 10:39:35:

Cartesio scrive:
: : Siccome non ti sei mai
: : pronunciato sulle strutture grammaticali
delle
: : lingue antiche, come se il problema non ti
: : interessasse...

Qualcosa non e' chiaro... ho scritto almeno
mille pagine-messaggi di cui tre-quattrocento
riguardano le strutture grammaticali delle
lingue antiche.

Ho mostrato recentemente il Fenicio come
precursore dei numeri indoeuropei, l'uso dei
numeri invece delle fonetiche per risolvere ogni
problema comunicativo (se qualcuno non avesse
una certa fonetica ne puo' usare un'altra ma
seguire lo schema numerico cosi' capiamo
benissimo tutto quello che dice-scrive), riporto
in continuazione la lettura aramaica delle
parole che incontriamo, ho fatto decine di
messaggi che l'Italia e' la patria del mondo
semitico e dunque si usava un linguaggio di
questo genere.

Non e' una lingua difficile. Basta qualche
suffisso-prefisso e un vocabolario anche ridotto
di termini. Il vocabolario evolve in modo
smisurato con la confusione alfabetica.
L'abbondanza, zLH biblico, gli altri la leggono
UNI con il proprio alfabeto, e anche i pochi
prefissi-suffissi che usavano si moltiplicano
allo stesso modo. Le parole si rovesciano con la
presenza di chi legge al contrario, alcune si
rovesciano compreso il prefisso mentre altre
vengono rovesciate senza e il prefisso viene
aggiunto dopo mescolando in questo modo le
lettere. Eccetera eccetera.

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/



Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: