Abramo in valle Bormida

Liguri in Corsica-Sardegna


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il August 02, 2003 at 00:09:24:

In risposta a: Re: Popoli del mare, da dove vengono?
Inviato da giorgio il August 01, 2003 at 18:06:15:

Giorgio scrive:
: Come si fa a dire che i popoli del mare non
: hanno un'origine anatolica o addirittura
sumerica?
: se guardiamo al popolo del mare per eccellenza
: gli shardana vediamo soprattutto riferimenti
: all'anatolia e alla sumeria:se si va in un
ipogeo
: sardo si e'circondatida figure taurine ,dee
: madri,colori ,modo di costruire,raffigurazioni
di
: barche nere dalla prua rialzata,cose gia'viste
: millenni prima in medioriente.

Anche in Europa c'erano queste cose, gia' in
epoca presumerica (ho anche letto che molte cose
sarde sono piu' antiche di quelle simili presenti
nel Mediterraneo orientale). Ho messo nel forum
un messaggio dove sono quelli dei kurgan-conoidi
del Volga che spingono dal 5800 avanti Cristo in
poi le popolazioni europee-liguri nella zona
mediterranea. Sulla comunanza di cose in epoca
prefaraonica ci possiamo trovare d'accordo
sicuramente. Sono i passaggi successivi che sono
ancora oscuri.

Sulle popolazioni di Sardegna e Corsica non mi
sembra di ricordare che ci sia qualcuno che dice
da dove provengano, o meglio gli unici di cui si
parla sono sempre loro, i Liguri. E' una leggenda
identica a quella di Europa che viene rapita da
Giove sotto forma di toro.

Nel nostro caso abbiamo una giovane fanciulla
ligure che si trova sulla spiaggia e c'e'
carestia nel paese. Arriva dal mare un toro che
la prende e la porta in Corsica (ecco i Liguri in
Corsica-Sardegna).

Tornando a Siculo, figlio di Italo, che viene
mandato via da Umbri e Pelasgi, questo e' un
episodio che Filisto di Siracusa mette
ottant'anni prima della guerra di Troia.

I fondatori di Troia sono i discendenti di
Dardano, per cui dobbiamo pensare che la partenza
dall'Italia sia molto prima di questo episodio.
Quando quelli di Enea stanno tornando, nel sogno
gli viene detto che il nuovo nome della penisola
e' Italia, il cui nome deriva da un re locale.
Ottanta anni prima abbiamo il ligure SICULO,
figlio di ITALO, che si sposta in Sicilia spinto
da Umbri e Pelasgi. Mi sembra evidente che possa
essere lo stesso ITALO.

Com'era la situazione italiana, qualche secolo
prima, al tempo di Dardano? Pare che non esista
traccia "etrusca" visto che il territorio e'
conteso secoli dopo tra Liguri, Umbri e Pelasgi.

Chi pensa che siano esclusivamente Pelasgi deve
allora ammettere che questi erano in Italia
secoli prima della guerra di Troia (facciamo il
1600, oppure il 1800 a.C.?). Se pero' parliamo
degli ultimi Etruschi, quasi mille anni dopo...
non possiamo dire che siano esclusivamente Liguri
oppure solamente Pelasgi, questo e' certo. Tra le
tante ipotesi, se fossero quelli dell'"epoca di
Ada" ("DVR-Ada" come "Darda") sarebbero gia'
mescolati (i figli di Esau' biblico-ligure e
della moglie ittita Ada). Ho citato l'ipotesi di
Esau' (che biblicamente si allontana dal
territorio) visto che abbiamo IASIO come
capostipite misterioso di tutti questi "Troiani".

Sempre come date teniamo poi presente che i
fegati-mappa babilonesi risalgono al 1800 avanti
Cristo. Siccome non sono "fegati" ma la mappa del
territorio italiano, abbiamo la prima ondata
ufficiale di Italici che arriva in Medioriente
nel 1800 avanti Cristo. Chi sono? Sono la prima
dinastia babilonese AMORITA (significa "ovest") e
poi c'e' la seconda dinastia babilonese detta
"Sealand dynasty"... SEALAND significa che il
MARE e' il protagonista. Con la prima c'e' chi
pensa ad Abramo (Hammurabi, al contrario B-R-M-
h), con la seconda abbiamo il mar Mediterraneo
dominato da questa "Sealand dynasty".

Finora l'unico modo di ignorare questa realta' e'
stato quello di considerare "fegati di pecora" le
mappe geografiche che usavano. I reperti
esistono. Facciamo che sia ufficiale e qualcuno
si mette a confutare la realta' dicendo che sono
"fegati di pecora"... come dire che il mappamondo
che tutti abbiamo a casa non e' una mappa
geografica ma e' il globo oculare (di una pecora)
le cui macchie venivano interpretate eccetera
eccetera.

Una cosa semplice:

- nel fegato babilonese come delta del fiume (e'
ufficialmente un "delta del fiume") abbiamo la
regione KAL

- nel fegato etrusco abbiamo sul delta del fiume
le due regioni HERC e CILEN (insieme sono "HERC-
CILEN" erculeo)

- lo vedete che sono la stessa cosa?, lo stesso
KAL erculeo di HERC-CILEN

- visto che sono lo stesso identico oggetto, puo'
essere che la zona etrusca SELVA sia per esempio
la zona babilonese SULMU, oppure SULMU e' la zona
etrusca LEtAM?

- non esiste nessun libro che faccia un paragone
di questo genere, e farlo significa che le famose
"divinita' etrusche" in questo modo sono parole
babilonesi (Ercole come KAL, "forza", compare su
un fegato babilonese del 1800 avanti Cristo nello
stesso identico punto del fegato etrusco)

- la divinita' FUFLUNS-PUPLUNS-BUBLUNS e'
"BABILONIAS"... non possono farla diventare una
semplice divinita' legata al vino se i Babilonesi
usavano lo stesso oggetto etrusco con gli stessi
nomi

- e cosa c'entrano i Babilonesi con gli
Etruschi?, sono cose che avvengono cinquecento
anni prima di Troia e nella loro mappa geografica
abbiamo l'Italia conoidale come protagonista

- e cosa c'entrano gli Assiri con Trebiri
tedesca?, e' stata fondata ufficialmente dagli
Assiri mille anni prima di Roma

- eccetera eccetera

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/



Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: