Abramo in valle Bormida

Esiodo, "uomini neri" (popolo e citta')


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il August 07, 2003 at 11:32:32:

Un brano delle "Opere e giorni" di Esiodo:

"E della fanciulla fino alle tenere membra non
soffia, perche' dentro la casa presso la cara
madre rimane, ignara ancora dell'opere
dell'aurea Afrodite; lei bagna le tenere membra
e di grasso olio le unge, e dentro la casa giace
nei giorni invernali, quando il senz'ossi il
piede si rode nella sua casa priva di fuoco,
miserando ricetto; ne' a lui il sole mostra
pastura verso cui andare, ma sul popolo e sulla
citta' degli UOMINI NERI si volge, e tardi
arriva a illuminare tutti gli Elleni."

Gli "UOMINI NERI" (popolo e citta') pare siano
presenti anche nell'epoca in cui Esiodo sta
scrivendo (abita nell'Anatolia dell'ottavo
secolo avanti Cristo). Non riesco pero' a capire
dove siano localizzati.

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: