Abramo in valle Bormida

ENLIL e' "divinita'-BAD"


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il March 31, 2002 at 03:12:47:

In risposta a: Re: ANTARES : RE SCORPIONE
Inviato da Carlo il March 30, 2002 at 17:42:01:

Ci vuole poco per convergere completamente nella
mia ipotesi-certezza.

La mitologia cinese ricorda benissimo questi
primi periodi storici. Le dinastie cinesi e i
regni egiziani coincidono e anche loro hanno i
primi regnanti predinastici che sono quelli che
inventano la scrittura e altre cose. Dopo questi
primi imperatori prima di partire con le dinastie
abbiamo anche il periodo WUDI ("Veda"). Il loro
paradiso occidentale (la montagna MARI altresi'
chiamata KUNLUN) e' legato alla "saliva dello
scorpione".

Abbiamo poi i fegati-mappa che indicano prima del
2000 avanti Cristo la regione PU TABU nell'Italia
centro-meridionale. In Akkadico significa "parola
gentile" e si lega allo SCRIVERE (SCRB-scribere-
scorpio-SCRP):

PU TABU, come "tabula"
PU TAVU, come "tavola", "pu deva"
PU TAPU, con le B-P

Mi sembra che abbia attinenza con il ZEP TAP
egiziano (in Semitico si legge "Z-AB TB" (questo
padre-origine TB) oppure "s-AB TB" (che e' padre-
origine TB). Al posto di TB abbiamo "Tebe", i
Deva e quant'altro ("doppi", Edipo, eccetera). E'
anche una di quelle parole parzialmente
bifrontali, "Z-PTP", ceh possono aver dato
origine a un sacco di variazioni alfabetiche (con
caratteri alfabetici travisati, letta in Greco
sarebbe "sarduri", mentre in Italiano PTP inizia
a somigliare a David, ma anche ai "dogi di Agade"
se lo vediamo come DYD, DGD)

Come certezza la regione italica PU TABU dei
fegati mappa sono i segni cuneiformi "KA DUG.GA"
e con questo chiudiamo il cerchio senza che sia
io a parlare di variazioni alfabetiche che hanno
portato a questo risultato fonetico (i "Deva
tebani" "navigatori DG-pesce-dogi-duchi-Dagan
eccetera).

Non per altro, ma sono i secoli di mezzo che
portano a questo. Non e' immaginabile che la zona
europea sia rimasta isolata dal mondo vicino fino
alla cosiddetta epoca troiana. Nell'epoca sumera
esiste un'iscrizione che parla dell'invio di
seicento navi per caricare il frumento in un
altra regione... "SEICENTO navi" significa che
con cento persone su ogni nave abbiamo
sessantamila persone che possono viaggiare
comodamente e velocemente via mare (un qualcosa
di simile avviene con i Carrtaginesi che
dall'Africa si spostano lungo la costa in questo
modo e si ricorda che uno di loro si fermo' con
tutto l'esercito su una delle Baleari per
continuare il viaggio la primavera seguente).

Altrettante navi le avevano gli Egiziani che non
si limitavano certo all'isola di Cipro nella loro
navigazione. Non sono riuscito a mettere mano
sugli originali della "geografia mortuaria"
egiziana ma sono sicuro che in mezzo a questa
letteratura vengano descritte in dettaglio le
loro antiche localita' (tutto cio' che e'
geografico e perduto diventa mitologia funebre).
Il famoso organo di Osiride che Iside non
riusciva a trovare e' la montagna sacra dei
fegati-mappa (le Alpi sono praticamente l'origine
di tutte le acque che bagnano l'Europa), e anche
Cadmo cercando sua sorella Europa non la trova e
si ferma sulla costa yugoslava dell'Adriatico.

Tenete d'occhio il colore "rosso" che e' il
simbolo di uno dei due imperi egiziani. Potrebbe
essere il colore rosso del vino (il sangue di
Cristo), la sostanza magica Soma-Homa che ha
fatto diventare famosa l'Italia-Europa ma che gli
ha anche portato parecchie disgrazie (la regola
coranica di non bere alcool, la terra scomparsa
di Uqbar, le guerre vediche eccetera ne sono la
testimonianza). Questo rosso oltre che essere
l'Esau' della Bibbia (che viene raggirato da
Giacobbe e prende poi nome Edom) lo si ritrova
nelle lettere "RT", il RED inglese che come RT-TR
e' la Retia ("Rezia" mostra meglio il "rosso"),
il mar TIRreno dei Fenici "rossi", l'EnoTRIA, i
TAURI, tutto cio' che e' anche TORO, e
naturalmente tutte le RES romane che sono anche
SR-siria-eccetera.

Tornando alle datazioni da una parte occorre dare
una "lingua" a tutti quelli che sono in Europa
prima dell'avvento "troiano". Questa e' gente che
ha la sua cultura per quanto "selvaggia" e questa
cultura non puo' che essere collegata al resto
del mondo. I terramaricoli europei (una rete
fittissima di insediamenti lacustri e fluviali)
sono ben anteriori alla questione "troiana". Per
quanto poi riguarda i colori... sara' una
sorpresa scoprire che "etiopici" e "orientali"
erano presenti massicciamente in Italia
(specialmente sulla costa tirrenica). Non
sottovalutiamo la questione spagnola in cui il
mescolamento delle razze e' attestato fin dai
tempi preistorici. E' anche da Gibilterra che in
molti arrivano in Europa (proprio come Annibale).

Mi verrebbe poi da dilungarmi sull'affinita' dei
Cartaginesi con le popolazioni liguri, che
basterebbe solo questo per dimostrare l'antica
semiticita' della nostra penisola (in quanto
tutti gli storici sono concordi nell'affermare
che i Liguri sono stati i primi a essere presenti
sul territorio italico).

Arriviamo alle certezze. GILGAMESH e' stato "re
d'Italia" nel tempo antico ed era capo di NOVE
regioni italico-europee:

Sanu ina amuti Manzazu 9: amut Gilgamesh sarru
dannu sa mahira ul isu
The liver has 9 presences: omen di Gilgamesh, the
strong king without rival
(KW 20:74)

Sulmu kima rubus buri: amut Gilgamesh sarri danni
sa mahira la isu
The Sulmu is like calf-manure: omen of Gilgamesh
the strong king who had no opponent" (KW 80:29)

Nella parola inglese "vitello" (CALF), cosi' come
Fenici-Punici, c'e' la presenza delle ALF-ALPI.
E' interessante anche la somiglianza
dell'Akkadico con la lingua latina-italiana. Per
esempio la frase "kima rubus buri" che
significa "come un vitello-concime", la si puo'
leggere facilmente "come rebus ebreo" (con
il "res-rebus", cosa latina dai significati
molteplici).

Concludo infine con un qualcosa di nuovo:

ENLIL viene riportato come "divinita'-BAD" (BAD-
beda-Veda) con questo BAD che senza il suffisso
divino viene letto dagli Akkadici come NESU (to
depart) oppure PETU (to open), "Nesiti e
Giapetici":

The Presence is turned upside down: ENLIL will
install a king of his own choice (KW 19:103)

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: