Abramo in valle Bormida

A Chiusi il "palo dei pali" ("israelitico israeliano")


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il March 31, 2002 at 06:15:38:

Molte scritte etrusche sono "istrioniche" (e' una
parola etrusca che significa "attore" ma possono
essere anche i "Danubiani" del fiume Istro che
hanno preso il posto di Israele-Italia e fanno
finta di essere loro i discendenti del
passato "etrusco"). Altre scritte rivelano
pienamente che le lingue si sono adattate alle
trasformazioni alfabetiche (ogni variazione
alfabetica raddoppia il vocabolario).

Ho trovato il "palo dei pali", il cippo
confinario di CHIUSI (con il re "etrusco"
Porsenna siamo nel pieno dell'epoca di Ciro con
Israele-Italia occupata dai Persiani). Pagina 95
del libro di Facchetti, CL 8.5, che pero' non
c'e' l'originale e non posso controllare
l'esattezza della trascrizione:

TULAR HILAR, lettura moderna
TULAP HILAP, segni etruschi recenti
PALUT PALIH, parole alla rovescia ("palo dei
pali")

La lettura moderna ci suggerisce l'uso del
termine ALARE, il "palo" dei camini:

TU-LAR HI-LAR, lettura moderna, "dell'alare
l'alare". Oltre tutto qui si capisce chiaramente
che la T iniziale etrusca, il TU- in questo caso,
e' un suffisso, nonostante Facchetti traduca il
tutto con "confine proprieta'" (con questo
suffisso abbiamo TURAN-TURAH come TU-RAH, "del
vedere" che si adatta al suo essere Venere, cosi'
come TIN-TIH "di N-H" con N e H divinita'
massime, l'AN sumero e l'H del sole giapponese).

Tra parentesi questi pali sono indubbiamente
legati anche ai pali dei vigneti vista
l'importanza di questi nell'antichita' piu'
remota. Tarquinio come "terra che e' Noe'-vino",
il sangue di Cristo, il rosso dei Fenici e di uno
dei due regni egiziani (quello mediterraneo-
europeo dimenticato da tutti).

Tornando ai segni etruschi:

TULAR HILAR NEsL EIN SER VL REMZNA CLANC AU
LATINI CEsU CLARUXIES, lettura moderna

Con le parole alla rovescia

RALU-T RALIH L-sEN NIE RES LV ANZMER C-NA-LC UA
INITAL UsEC SE-IXURA-LC
"Dei Rali il Ralo al seno di Noe' res love An-
sumero che e' Noe'-luogo uva in Italia il succo
is Assiria-luogo" (o anche KUR-luogo dando valore
K alla X etrusca)

L'uso dell'alfabetario BCD (il piu' diffuso tra
gli Etruschi antichi) ci fornisce una versione
altrettanto significativa di questo testo (mi
limito a segnalare che il "palo dei pali" diventa
la divinita' Sabazio legata al vino,
un "Teshubis" letto al contrario):

RALUT RALIH LsEN NIE RES LV ANZMER C-NA-LC UA
INITAL UsEC SEIXURA-LC
SBYzT SBYHV YNGL LHG SG^ YD BLhKGS t-LB-Yt zB
HLHTBY zNGt NGHRzSB-Yt

Potrei continuare anche con altri alfabeti come
quello rovesciato per mostrare come questi segni
abbiano letture molteplici (con l'alfabeto
rovesciato il "palo dei pali"
diventa "israelitico israeliano"):

RALUT RALIH, lettura moderna
SBYzT SBYHV, con l'alfabeto BCD
ZRLDK ZRLN^, con il BCD rovesciato
(quello di Giacobbe = Liguri), "israelitico
israeliano"


Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: