Abramo in valle Bormida

AB e' il pianeta Terra, QVs gli Etiopici


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il April 03, 2002 at 05:49:45:

In risposta a: Re: L'Etiopia a oriente, l'India e' l'Europa
Inviato da giuseppe il April 02, 2002 at 18:35:46:

L'origine prima degli ebrei penso sia mondiale.
Il barutu mesopotamico si applica all'intero
mondo. Il fegato e' l'Europa (questa e' la
certezza), per gli altri organi del pianeta come
essere vivente abbiamo da verificare (e' una
visione comune a parecchie religioni orientali,
ci sono anche mappe dettagliate dei singoli
luoghi). Indi per cui parlare di baru-ebrei
significa estendere anticamente il concetto a
tutte le regioni della Terra.

E' possibile quindi ipotizzare il baru-ebreo come
una delle prime civilta' mondiali che si e' poi
dissolta lasciando ovunque sue tracce. In
particolare abbiamo il Mediterraneo che e'
il "centro del mondo", e in questo senso la
lettura di UR come "centro" indicherebbe bene
Siracusa come la UR-centro numero uno ("e' UR
eka").

Attenzione poi a questo:

A8 (i segni con cui vengono identificati Hebat e
Teshub nel rilievo di Yazilikaya) hanno la forma
straordinariamente precisa dei due blocchi
continentali:

segno A, la testa del toro, Eurasia e Africa
insieme (la cosa si nota molto di piu' con la
vecchia A etrusca-fenicia, dove l'Europa e' una
gamba snella mentre l'Africa e' la
gamba "panciuta")

segno 8, le due Americhe

Il mar Mediterraneo (cosi' come oggi) e' al
centro del planisfero e la Sicilia si candida a
essere il "centro del mondo" (questo avviene sia
a livello planetario sia considerando una
civilta' localizzata tra Europa Africa e
Medioriente).

In questo senso la localita' che diventa
maggiormente significativa e' il parallelo 45, la
meta' del mondo terrestre (la parte sotto e'
quasi tutta acquatica), che corrisponde
esattamente al fiume Po. Ditemi voi se non e' la
geografia che ci porta nella valle padana come
culla centrale del planisfero (con tanto di
conoidi Cervino e Monterosa che dominano l'intera
vallata). Questo vale geograficamente e come
luogo sacro per gli scienziati dell'epoca (che
poi fossero altri i luoghi ricchi di civilta' e
movimenti umani questo e' un altro discorso).

Se la conoscenza globale del mondo era un fatto
concreto e primordiale (cio' spiega come i Maya
usassero un calendario con due ruote simile a
quello cinese e apre la possibilita' che i Deva-
Edipo abbiano raggiunto la propria madre-terra
senza accorgersi che era la stessa Eurasia di
partenza), la UR mediorientale (che viene
attestata come UR III) diventa UR-centro quando
viene persa questa conoscenza del mondo (le
Americhe vengono dimenticate), per cui le altre
due UR hanno buona ragione di essere la prima
Siracusa (UR I), e la seconda la Reiitia, con
quelle due II che sono il modo piu' antico di
scrivere il numero "2", UR II.

Tutto cio' torna buono anche senza considerare le
Americhe (una civilta' inizialmente mediterranea
con Siracusa al suo centro, la successiva
espansione europea e la terza fase mediorientale
con l'allargarsi a oriente del mondo conosciuto).
Una traccia precisa ce la fornisce Diodoro nel
suo libro intitolato "Le isole", dove inizia
dalla Sicilia "perche' e' l'isola piu' importante
e occupa il primo posto per l'antichita' dei suoi
miti".

E' interessante anche questo passaggio del
libro "introduzione alla mitologia greca" di
Suzanne Said:

"Esiodo fa di Adone il figlio di Fenice il
Fenicio, Paniassi ne fa un Assiro" (Fenici =
Assiri, e la cosa corrisponde pienamente con il
fatto che le citta' fenicie Savona-Sidone e
Genova-Tiro risultano fondate dagli Assiri nei
fegati-mappa e appartengono alla tribu' di Asher
nella Bibbia)


Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: