Abramo in valle Bormida

Rituali di fondazione


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il July 02, 2002 at 05:15:07:

In risposta a: Re: scala territoriale
Inviato da Mauro il July 02, 2002 at 04:05:14:

Ho un esempio eclatante di come il "rituale di
fondazione" di una citta' o di un tempio possa
essere strettamente legato con il mondo
geografico circostante.

Attorno al tabernacolo della Bibbia si riunivano
le dodici tribu' di Israele e la loro posizione
intorno al tempio collima quasi totalmente con la
disposizione geografica delle dodici tribu' nel
territorio israelitico (con il tempio al centro).
Si sono divisi la terra secondo la posizione del
tempio, o hanno preso posto intorno al
tabernacolo secondo la loro posizione geografica?

Anche modernamente le citta' vengono edificate in
stretta relazione con la geografia a cui
appartengono. La citta' di Milano ha una cinta
muraria le cui porte hanno il nome di luoghi
lontani centinaia di chilometri (porta VENEZIA,
porta ROMANA, eccetera, come se le mura della
citta' fossero la mappa geografica dell'Italia).

Dunque potrebbe anche esistere un luogo o un
tempio che sia stato edificato sulla base della
fisionomia alpina descritta nei fegati-mappa.

C'e' in valle d'Aosta un "tempio" che ha la forma
di un fegato-mappa (le caselle come stanze) e
avevo visto alcune pagine su Internet che lo
mettevano appunto in collegamento con il fegato-
mappa etrusco.

A proposito di valle d'Aosta, occhio alla valle
del monte conoide Cervino, indiscusso
protagonista di questi fegati-mappa:

Valtournanche, VELtUR-NANK (il VELtUR etrusco)
che al contrario e' KNAN-RUT-LEV, KANAAN, RUT-RD-
radice-Eridu-Urta-eccetera, LV-LB-cuore (V-B come
tavola-tabula)

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: