Abramo in valle Bormida

Antashum, Anta-5 (Ittiti, Cinesi, Micenei)


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il September 08, 2002 at 17:41:43:

Carlo scrive:
> Come vedi il tuo SHUM
> in rapporto con AN.TAH-SHUM?

La festa itinerante Antashum, in quanto
itinerante, mi porta subito al verbo ANDARE.
Lo "shum" e' una delle fonetiche del
segno "farfallino" con cui vengono indicati i
fegati-mappa. Mettendo insieme le due cose e'
una "festa itinerante nel territorio italico-
europeo" (come se l'imperatore "ispezionasse" gli
organi del suo impero tra cui il fegato-shum). Se
al posto di "shum" mettiamo le altre fonetiche
del segno "farfallino" abbiamo per esempio "BA"
che e' il verbo "entrare" biblico (BA oppure BVA).

Ho riguardato la numerazione degli Shang che
compare sul guscio di tartaruga dove i simboli
compaiono da una parte del guscio (con dei numeri
che li raggruppano) e anche dall'altra ma
spostati di un numero (la conoscenza
dell'alfabeto semitico spostato di un carattere).

I primi quattro numeri sono "I, II, III, IIII",
il quinto numero e' il segno "farfallino", simile
al segno cuneiforme indicante i fegati-mappa e
identico all'ascia bipenne di Vetulonia (solo il
simbolo esclusa l'asta) e ai "farfallini"
presenti nella civilta' preistorica del
Tavoliere. Il numero successivo ha la forma "Y".

Ho anche il disegno di una tavola micenea scritta
in Lineare B (pagina 226 del libro Codici e
segreti, 88-17-12539-3):

- se metto la tavola di fianco ai commentari
mediorentali dei fegati-mappa, la struttura e'
identica (cambiano solo i segni, ed e' giusto
perche' cambiano tutti i nomi delle regioni)

- la tavole cuneiformi riguardanti i fegati-mappa
hanno la quasi totalita' delle righe che iniziano
tutte con il segno "farfallino" (identico al
numero CINQUE della dinastia Shang)

- la tavola micenea ha quasi tutte le righe
(escluse le tre in alto, o in basso a seconda di
come giriamo la tavola) che iniziano con il
segno "III", il numero TRE della dinastia Shang

- i segni presenti nella tavola micenea (Lineare
B) hanno lo stesso stile dei segni usati dalla
dinastia Shang (non avevano gli ideogrammi come
quelli cinesi che conosciamo oggi)

Ci vorrebbe una maggiore quantita' di reperti da
esaminare, ma cosi' come si sono presentati ai
miei occhi mi sembra di vederci collegamenti
precisi. Solo il fatto di vedere il "farfallino"
come numero CINQUE ci porta a considerazioni
notevoli (sarebbe V-5, e' la V di YhVh-Geova-Iove
e compare all'inizio di parole "divine"
come "vino", "Veneto", Vesta, Viteliu, e in molte
parole etrusche la cui V veniva un tempo scritta
(vedi alfabeto di venti caratteri) con il "doppio
quadrato" (ufficialmente una H, la h-5 dei
Fenici, e uguale agli ideogrammi orientali
indicanti il sole-imperatore). Se mettiamo
insieme la doppia fonetica "hV" di questo segno
siamo ancora piu' vicini al YhVh biblico. E' c'e'
anche il numero cinque come "PENTA", "B-
ANTA", "dentro ANTA", che come BANTA abbiamo
visto (tabula-tavola) che diventa VANTA-Veneto.

Una connessione dunque tra Micenei, Ittiti e
dinastia Shang cinese, che a un certo punto
diventano YIN e cambiano il loro simbolo
imperiale (sembrerebbe di vederci in mezzo la
penisola anatolica). Lo stesso nome MICENEI
appare direttamente legato al termine "Cina" con
la lettura semitica "Mh-Cina", "della Cina" (con
lo stesso numero CINQUE che inizia con CIN).


Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/

ABGDhVZHtYKLMNS^PzQRsT


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: