Abramo in valle Bormida

Lista reale sumerica (Sumerian King List)

Geografia della lista reale sumerica (Sumerian King List)

E' impossibile che le dinastie elencate nella lista reale sumerica siano vere e proprie dinastie, come possiamo subito notare da questo particolare:

Stessa cosa quando si parla del regnante prima di Gilgamesh:

Un'altra evidente evidenza che le dinastie sumere non rappresentano una sequenza cronologica e' la seguente:

Altre ancora sono le incongruenze presenti nella lista se continuiamo a considerarla una sequenza cronologica dei regnati sumeri:

Sembra quindi chiaro che non stiamo parlando di storia ma di geografia, come nel caso della dinastia biblica di Sem in cui gli "anni" non sono una misura temporale ma una misura con cui indicare la grandezza di un territorio. La frase "Sem aveva l'eta' di cent'anni quando genero' Arpacsad; Sem, dopo aver generato Arpacsad, visse cinquecento anni e genero' figli e figlie" puo' essere interpretata come "il fiume chiamato Sem aveva una lunghezza uguale a cento quando genero' il fiume Arpacsad; il fiume Sem, dopo aver generato il fiume Arpacsad, continuava per una lunghezza uguale a cinquecento":

Discendenti di Sem, affluenti del fiume Po

In particolare, tale sequenza mostra la possibilita' che quando un regnante e' figlio di un altro regnante non sia da considerare un luogo lungo la costa del mare ma un luogo che sta nell'entroterra dietro quello del suo genitore, per cui nelle successive tabelle riporteremo i regnanti segnalando nel seguente modo la parentela tra loro che viene riportata nella lista reale sumerica:

In tale ottica "geografica" la lista reale sumerica non contiene piu' "errori" di regnanti che incontrano altri regnanti appartenenti a un lontano passato o a un futuro ancora da venire, siccome stiamo parlando per esempio, nel caso mostrato poc'anzi di Gilgamesh, di regioni di Kish che vengono conquistate dalle popolazioni delle due localita' di Unug chiamate Dumuzid e Gilgamesh.

Geografia delle dinastie sumere

la "lista reale sumerica" e' composta da cinque dinastie "antidiluviane" e venti dinastie "postdiluviane". Il riassunto della "sequenza geografica" e' un "portolano" con cui vengono descritti i luoghi presenti sulle coste del mare Mediterraneo compresi quelli nelle rientranze del mare Adriatico (compresa la vasta zona lagunare della pianura padana), del mar Egeo e del mar Nero

Il punto iniziale e' localizzabile con l'antica Eporedia (Ivrea) sulle sponde del fiume Dora (DR/RD) la cui nascita nella valle d'Aosta si pone idealmente come una delle piu' significative sorgenti del fiume Po (l'antico RD/Erdidano), e a caratterizzare tale regione possiamo notare la RT/RD della soprastante Retia/Rezia alpina, il "RD" del lago di GaRDa, il DR/RD del mar Adriatico eccetera.

Geografia della lista reale sumerica (Sumerian King List)

Regnanti prima del diluvio

Regnanti di Eridu:

Regnanti di Bad-tibira ("luogo dove si lavora il metallo", in akkadico Dur-Gurgurri, in greco Pantibiblos):

Regnante di Larag (Larak):

Regnante di Zimbir ("citta' uccello", Sippar, luogo di culto del dio solare Utu/Shamash)

Regnanti di Suruppag:

Dinastie dopo il diluvio

Considerando il numero di anni delle dinastie dopo il diluvio, possiamo subito notare la particolare lunghezza della prima dinastia di Kish (versioni diverse della tavola riportano totali differenti degli anni di regno di ciascuna dinastia):

Dinastia 1 (Kish 1)

La prima dinastia di Kish e' la prima dinastia sumera dopo il diluvio e si nota subito come la sua durata sia molto piu' estesa delle successive dinastie, mostrando quindi che dallo stretto di Gibilterra (il "diluvio") tale dinastia regnava su tutta la costa spagnola, su quella francese, su quella ligure e anche su parte della costa tirrenica della penisola italiana. In particolare, stiamo ipotizzando che le eta' dei regnanti possano indicare l'estensione del loro territorio interno a partire dalla costa fino a raggiungere la costa opposta, con particolare evidenza che il fiume Rodano viene considerato una rientranza del mare Mediterraneo (una rientranza che viene anche raffigurata cone il grande albero geografico con cui viene descritta la regione francese):

In particolare, risulta evidente che il sumero Enmebaragesi e' il biblico Abramo:

In questa ipotesi, la prima dinastia sumera (prima dinastia di Kish) corrisponde al territorio della cultura megalitica dell'Europa occidentale:

Prima dinastia sumera e megalitismo europeo (first Sumerian dinasty and European megalithic culture)

In particolare, il regnante Kalibum ha le consonanti KLBM del suo nome che semiticamente significano "come loro centro" e si trova appunto al centro del territorio della sua dinastia (i monti francesi chiamati "Massiccio Centrale") cosi' come si trova al centro del territorio appenninico (nei pressi del Gran Sasso) il regnante Kalbum (quinta dinastia sumera) con le sue stesse consonanti KLBM:

Kalibum e Kalbum (prima e quinta dinastia di Kish) nel centro del territorio

Dinastia 2 (Unug/Erech/Uruk 1)

La prima dinastia di Unug/Erech/Uruk (seconda dinastia sumera) e' conforme al territorio della Magna Grecia sia geograficamente sia per le caratteristiche del suo principale regnante Gilgames notoriamente simile al greco Ercole:

La localizzazione di Ercole/Gilgamesh in Puglia e' confermata anche dalla mappa quadrettata degli Appennini in cui le caselle pugliesi riportano le consonanti dei nomi delle divinita' greche Apollo, Minerva, Ercole e Artemide presenti su uno specchio etrusco dalla valenza geografica:

Apollo, Minerva, Ercole e Artemide in Puglia nella mappa quadrettata degli Appennini

Gilgamesh in quanto "signore di Kulaba" puo' dunque assumere la qualifica di "signore" di Callipolis (Gallipoli) e dell'antica regione Calabria (l'odierna penisola salentina) visibili nella seguente mappa (sulla sinistra e' presente l'antica Heraclea, oggi Policoro, il cui nome riprende quello di Ercole/Gilgamesh ma nella sequenza sumerica tale "RC/RK" e' piuttosto da identificare con il "CR/KR" di Kuara la citta' di Dumuzi amico di Gilgamesh/Ercole):

Gilgamesh, signore di Callipolis (Gallipoli) e del Salento

I due regnanti Enmerkar e Lugalbanda di questa dinastia sono quelli che combattono contro i regnanti di Aratta, un luogo caratterizzato da alte motagne che viene menzionato nei seguenti poemi e tavolette:

Sembra quindi chiaro che parlando di Aratta stiamo parlando della catena montuosa calabra anticamente chiamata "Brittius", o anche "Brettia/Bruzio", che con lettura semitica abbiamo "B-RT", "dentro RT/Aratta". E parlando dei Bruzi che abitavano tali montagne sappiamo da Strabone che Cosenza (Consentia) era la loro capitale e tale capitale ha le consonanti che collimano abbastanza con quelle del tempio "Ezagin" citato nell'inno a Nisaba (il fatto che la figlia di Nisaba si chiami "Sud" e che la Calabria sia il punto piu' a sud della penisola italica, non e' probabilmente una semplice coincidenza).

Riguardo ai monti di Lulubi, in cui si trovava Lugalbanda quando Enmerkar stava assediano Aratta, possiamo ipotizzare che fossero i monti della Sicilia orientale dove si trovava l'antica Lilybaeum (l'odierna Marsala) aprendo quindi la possibilita' che la Sicilia abbia a che fare con il gigantesco volatile Anzu avente corpo di aquila e testa di leone il cui cucciolo fu sfamato da Lugalbanda:

Lilybaeum (Marsala) e le montagne sumere della regione Lullubi

Dinastia 3 (Urim/Ur 1)

Nella figura seguente, una mappa antica con il fiume Tiferno detto anche Phiterno ("Tiferna flunen olim Phiternus") in cui la F e' da considerare quale "ph" greca, praticamente una P, e con le consonanti dei due nomi che assumono posizioni diverse (T-F-R-N e F-T-R-N) avvalorando che le stesse consonanti T-ph-N/ph-T-N possono anche essere messe nell'ordine N-ph-T e diventare foneticamente il N-P-D del regnante Mesh-Ane-pada:

Il fiume Tiferno detto anche Phiterno (Tiferna flunen olim Phiternus)

Dinastia 4 (Awan)

Awan, quarta dinastia sumera (fiume Aventino, Iuvanum e Bovianum Vetus

Dinastia 5 (Kish 2)

Il nome "Picos", leggendario regnante piceno, sembra direttamente legato al semitico "B-KVs" che significa "nella regione cushita/etiope da leggersi sumericamente "nella regione Kish". Anche le ipotesi che i Piceni abbiano colonizzato le coste di questa regione proveniendo dalle terre dei Sabini corrisponde a quanto stiamo esponendo siccome tali terre appartengono alla prima dinastia di Kish. Partendo quindi dal sud della regione picena e andando verso nord abbiamo i seguenti regnanti della seconda dinastia di Kish (quinta dinastia sumera):

Il regnante Kalbum ha le consonanti KLBM del suo nome che semiticamente significano "come loro centro" e si trova appunto al centro del territorio appenninico (il monte Caballo nei pressi del Gran Sasso) cosi' come si trova al centro del territorio della prima dinastia il regnante Kalbum con le sue stesse consonanti KLBM:

Kalibum e Kalbum (prima e quinta dinastia di Kish) nel centro del territorio

Dinastia 6 (Hamazi)

Dinastia 7 (Unug/Erech/Uruk 2)

Dinastia 8 (Urim/Ur 2)

Dinastia 9 (Adab)

Dinastia 10 (Mari)

Nel territorio delle tribu' dei Parmni (da cui il nome Parma):

Dinastia 11 (Kish 3)

Dinastia 12 (Akshak)

Dinastia 13 (Kish 4)

Dinastia 14 (Unug/Erech/Uruk 3)

Tra il torrente Orba e il fiume Bormida:

La divinita' tutelare di Umma e' Nisaba le cui consonanti lette da destra sono l'ebraico B-s-N della regione Bashan corrispondente nella geografia biblica alla medesima zona nei pressi del torrente Orba. Il regnante biblico Og di tale regione Bashan puo' quindi essere un discendente di Lugalzagesi (o essere in alcune citazioni il medesimo nel caso che tale nome venga usato dalle generazioni successive) anche per il fatto che sia Og che Eshkol sono entrambi amoriti cosi' come Lugalzagesi e Utuhegal appartengono entrambi alle dinastie di Unug.

Lagash

Nella cosiddetta "stele degli avvoltoi" viene riportata la guerra tra Umma e Lagash per il possesso della fertile pianura chiamata Guedenna che si trovava al confine tra queste due entita'. Nello specifico il termine "Guedenna" ha il significato di "bordo della steppa" e nella geografia di Lagash rappresenta uno dei suoi confini che viene pero' erroneamente cercato nella parte settentrionale di Lagash dato che l'altro suo confine chiamato "Guabba", avendo come significato "bordo del mare", viene erroneamente considerato sulla costa del mare arabico... in realta', parlando di geografia piemontese, le posizioni sono invertite e Guabba si trova sul mare interno rappresentato dalle lagune della pianura alessandrina alimentate dal Tanaro e dal Po, a nord di Lagash, mentre Guedenna trova la sua localizzazione nel territorio dell'antica Gamondio che non e' da considerare una semplice cittadina che oggi viene identificata come Castellazzo Bormida, ma tutto il territorio "bordo della steppa" tra il Bormida e l'Orba partendo dalla punta settentrionale costituita da Castellazzo Bormida fino alle colline di San Quirico e Montaldo Bormida (in particolare la regione di San Quirico chiamata oggi "Gamondesio"):

Dinastia 15 (Agade/Akkad)

Tra il fiume Bormida e il fiume Tanaro:

Dinastia 16 (Unug/Erech/Uruk 4)

Dinastia 17 (Gutium/Gutian)

Le colline del Monferrato vicine al tratto del fiume Po da Casale Monferrato a Torino:

L'ultimo regnante Tirigan e' conosciuto per essere stato sconfitto dal successivo regnante Utu-hegal e questo episodio merita un approfondimento speciale in quanto l'ipotesi e' quella che Tirigan sia il regnante elamita Chedorlaomer il cui nome KDRL^MR nelle note bibliche significa "manciata di covoni" (tali "covoni" possono essere le basse colline della zona torinese relativa a Tirigan).

Dinastia 18 (Unug/Erech/Uruk 5)

Un solo regnante i cui anni di regno variano da soli 7 anni fino a 427 anni. Vista la posizione della precedente dinastia e quella della dinastia successiva, viene immediato pensare a Canale quale localita' indicante Utu-hengal, ma nel momento in cui il suo regno viene considerato di 427 anni e' facile pensare che stiamo parlando non solo delle colline vicino a Canale ma anche di tutte le sottostanti colline il cui nome Langhe e' l'anagramma di "hengal". In particolare, come approfondito in pagina apposita, ipotizziamo che Utuhegal (il biblico Eshkol) e il regnante sumero Enmebaragesi (il biblico Abramo) inseguirono e sconfissero Tirigan (il biblico Chedorlaomer):

In particolare, Eshkol e Og (re del Bashan) sono entrambi amoriti cosi' come Utuhegal e Lugalzagesi appartengono entrambi alle dinastie di Unug.

Dinastia 19 (Urim/Ur)

In una tavoletta intitolata "Description of Ur-Nammu's kingdom" (pubblicata sul numero 32/1 del Journal of Cuneiform Studies) viene descritto il distretto di Sin in Urum/Urim durante il regno di Ur-Nammu (i puntini sospensivi indicano alcuni segni che risultano illeggibili o mancanti):

Di seguito ecco la localizzazione del distretto di Sin tra il Varaita e il Pesio, tenendo presente che il fiume sumero Arnina corrisponde allo Stura di Demonte fino alla confluenza con il Tanaro, mentre il fiume sumero Zubi corrisponde al Pesio e continua a essere Zubi anche dopo che il Pesio e' confluito nel Tanaro:

Dinastia 20 (Isin)

La geografia della dinastia di Isin e' divisa in due parti: la prima parte sono otto regnanti uno figlio dell'altro che si pongono uno dietro l'altro da sud verso nord fino alla valle di Susa, mentre la seconda parte dopo il fiume della valle di Susa e si differenzia dalla prima per avere quasi tutti i regnanti lungo l'asso da ovest a est e per questo si presume che non li abbiano considerati uno figlio dell'altro (l'unico figlio che compare in questa sequenza e' Damiq-ilishu che quindi va cercato presumibilmente a nord di suo padre):