Abramo in valle Bormida

A=0 (la vera numerazione dell'alfabeto ebraico)

Alfabeto ebraico con i numeri A=0, B=1, G=2...:

EbraicoNumeri
AlephA0
Beth/BeithB1
GhimelG2
DalethD3
Heh4
Waw/VavV5
Zajn/ZainZ6
Keth/HeithH7
Teth/Teitht8
YodY9
Kaph/KafK10
LamedL11
MemM12
NunN13
Samek/SamechS14
Ayin^15
Pee/Phe'P16
Tzadi/Tsade'z17
Koff/QofQ18
Resh/ReishR19
Shins20
Tau/TavT21


Nella lingua ebraica per scrivere "albero dentro foresta" si scrive "albero B-foresta"














Ezechiele (47:13):

L'originale biblico:

Le "parti" (HBLYM) di Giuseppe (YVSP) sono espresse con il plurale indefinito che non dice quante sono. Che siano "due" lo dice la parola "questi" che non e' il solito Zh biblico ma il termine Gh non presente in altre parti della Bibbia:



Definito il GM (anche) abbiamo lo "zero GM", il luogo dove non ci sono "possibilita' di secondi passi" (niente "anche", ci si ferma al primo passo):


GZ ("due di questo"):


La proposizione h-N (4-13, "lui tredici", "il tredici") significa biblicamente sia "ecco" che "se":

Il raggiungimento della meta dove la meta e' qualcosa che e' oltre la pluralita' conosciuta. Se M=12 e' la particella che indica il plurale, il limite, la lettera successiva N=13 indica quella cosa oltre che ci porta a dire "ecco".




Dove l'amore e' l'atto di non primeggiare:


Riposiamoci nella tenda:




Mettiamo nell'elenco i numeri 9 e 5 con il loro significato biblico:

Poi c'e' la forma estesa di "io" che come differenza di valori otteniamo Y=9 (il suffisso "io"):